BUSCA

Links Patrocinados



Buscar por Autor
   A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


Radere Litora
(Amalia De Luca)

Publicidade
Vi presento questa silloge attraverso i pensieri da essa suscitati in me come «pensieri di lettura». E queste mie considerazioni vorrei esprimervele, condividere con Voi che naturalmente non deve coincidere con le Vostre opinioni. Se per caso corrisponde al Vs. punto di vista, Ŕ una mia personale soddisfazione: che bello, ci sono anche altre persone che pensano nello stesso modo... Una cosa Ŕ certa ed Ŕ molto importante: che cosa ci trasmette o pu˛ trasmetterci un''opera letteraria, che pensieri pu˛ suscitare in uno di noi lettori. ╚ fondamentale: darci qualcosa, dirci qualcosa! E la sostanza, la profonditÓ del messaggio di un autore dipende da tanti fattori: dalla cultura, dalla sensibilitÓ spirituale, dall''esigenza culturale e spirituale di ogni individuo da entrambi i due lati: sia dell''Autore che del Lettore...Ecco allora i miei pensieri di lettura: Sfogliando le pagine di questa silloge mi si Ŕ formulata questa domanda: Quante volte abbiamo sentito chiedere «che cos''Ŕ la poesia»? Tante. E pure tante volte anche la risposta e nei modi pi¨ diversi da poeti, filosofi, teorici letterari e cosý via. Una risposta pi¨ concisa e semplice Ŕ: la poesia Ŕ una scrittura in versi. Poi possiamo allargare questa defýnizione: l''arte di esprimere intuizioni e sentimenti attraverso la creazione di immagini capaci di commuovere, in particolare, espressione di un alto contenuto di idee e di sentimenti in una forma letteraria scritta in un ritmo determinato, secondo regole metriche. Eppure Ŕ l''arte di visionare, di contemplare, fantasticare, rappresentare immagini, intuizioni, sentimenti, vari stati d''animo. La poesia Ŕ nient''altro che fantasma, sogno, lirica visione che nasce dalla storia. Non dalla storia presa nella sua esistenza obbiettiva, come qualche cosa che Ŕ lý, di fronte al poeta e con la quale egli deve fare i conti, ma dalla storia che si Ŕ incarnata, si Ŕ contratta in lui, e in cui consiste e di cui irrequietamente si fa tutto il suo spirito. PoichÚ non c''Ŕ mai un fantasticare poetico che non si richiami a uno stato d''animo, e chi dice stato d''animo dice una situazione storica volta per volta ben definita, nel sogno pi¨ aureo dunque circolerÓ sempre tutta l''esperienza umana, reale, concreta, l''intelligenza di un artista. Cosý si pu˛ dire che l''artista, generando la sua poesia, genera al tempo stesso tutta la storia del mondo, osservandolo e giudicandolo, da cui pur quella poesia nasce la quale Ŕ soggetta alle leggi del ritmo, dell''armonia realizzandosi in versi: il linguaggio inoltre anche della passione. La poesia ama trasfigurare il pensiero in figure, in immagini e tende all''espressione ritmica e melodica presentando caratteri di particolare intimitÓ con implicazioni emotive, anche forti. Le emozioni che si esprimono nelle poesie sono piuttosto i dolori, le sofferenze, le angosce, l''infelicitÓ, le indignazioni stimolano di pi¨ la creativitÓ poetica. La poesia Ŕ anche un grande tormento individuale che lo spirito dell''autore vive. Anche dietro l''amore, l''unico sentimento che Ŕ motore dell''uomo, si nasconde, oltre la gioiosa passione, la sofferenza poi la delusione. Poi ecco altri elementi di cui la poesia si nutre: indignazione sociale, nostalgia, solitudine, spiritualitÓ, miti, ideali, la ricerca del senso della vita, dell''esistere, della morte, della VeritÓ e potremo elencare all''infinito. Un poeta Ŕ anche filosofo che astrae la realtÓ e penetra nella sfera irreale, eterea-cosmica che scava e vola nelle infinite e profonde dimensioni spiritual-fýlosofýche... Tutte queste peculiaritÓ che sono indispensabili fonti d''ispirazione per la poesia sono ingrendienti di questo diario spirituale poetico. Come Tommaso Romano dice di questo volume: Ŕ «una sorta di cosmogonia carezzata nella purezza della Parola che ricerca l''essenza della VeritÓ citando Mazzamuto: "Ŕ tutta attraversata da un palese articolata sofferenza, che rimanda alicco di una consuetudine matura con la classicitÓ, espressa mirabilmente anche nelle traduzioni dal greco presenti nel Corpus della raccolta, questa silloge pregna di valori e di senso, evoca e manifesta con discrezione il ciclo di un personalissimo "itinerarium mentis in Deum"». Questa raccolta Ŕ una vera arte poetica odierna: la forma aurorale dello spirito della Poetessa, Ŕ tutto un filosofare nei suoi diversi pensieri e sentimenti, «e tanto d''uno in altro vaneggia ? per dirla proprio come il grande Dante ?, che gli occhi per vaghezza ricopersi e il pensamento in sogno trasmutai». ╚ una testimonianza letteraria e spirituale-fýlosofica di un pensiero, di una trascendenza nata nell''organico rapporto con le strutture sociali, mentali, con la sensibilitÓ, le curiositÓ, i bisogni ed i quesiti del nostro secolo, della nostra tormentata societÓ multietnica e multisolitaria in cui quasi non c''Ŕ rapporto tra generazioni, ove la cultura comune Ŕ la televisione e la solitudine esiste nelle famiglie stesse tra i familiari... (Thule, Palermo, 2002)



Resumos Relacionados


- Il Mito Di Sisifo

- Bussa Ad Una Stella

- L'insostenibile Leggerezza Dell'essere

- Profilo D''autore

- Antologie



Passei.com.br | Portal da ProgramašŃo | Biografias

FACEBOOK


PUBLICIDADE




encyclopedia