BUSCA

Links Patrocinados



Buscar por Autor
   A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z


L'afghano
(Frederick Forsyth)

Publicidade
Dopo l'11 settembre, Londra e Madrid, il mondo si chiede quale sarà il prossimo obiettivo di Al Qaeda. I servizi britannici scoprono che l'organizzazione di un nuovo grandioso attentato sarà la conferenza del G8, organizzata su un trasatlantico. A sventare l'attacco sarà un agente segreto inglese, detto l'afghano, che sfruttando le sue fattezze mediorientali e la sua conoscenza della lingua araba si infiltrerà in una cellula del temibile gruppo terroristico. Ma molte altre sono le trame di Al Qaeda e il lavoro dell'afghano è appena cominciato...
***
Frederick Forsyth ha frequentato l'università di Granada in Spagna. All'età di 19 anni diventa uno dei più giovani piloti della R.A.F., in cui rimane fino al 1958. Poi si mette a fare il reporter, passando 3 anni e mezzo in un piccolo giornale, prima di entrare alla Reuters, nel 1961.
Viene inviato a Parigi, dove acquisisce le informazioni per Il giorno dello sciacallo, e in seguito in Germania e Cecoslovacchia, dove raccoglie materiale sui gerarchi nazisti, che riverserà nel libro Dossier Odessa.
Nel 1965 entra alla BBC e diventa assistente corrispondente diplomatico.
Da luglio a settembre del 1967 segue la guerra tra il Biafra e la Nigeria. In Biafra approfondisce la sua conoscenza della politica internazionale, e scopre la tremenda realtà delle truppe mercenarie, i cosiddetti "mastini della guerra". Dedica a questa sua esperienza un libro intitolato The Biafra Story.
Nel 1970 decide di scrivere un romanzo utilizzando tecniche di ricerca simili a quelle del giornalismo. The Day of The Jackal sarà un bestseller internazionale, da cui verrà tratto un film.
Nel 1972 è la volta di The Odessa File, nel quale un reporter cerca di sgominare una rete di ex nazisti nella moderna Germania. Nel 1974 scrive The Dogs of War, storia di un dirigente di miniera che spinge una manciata di mercenari a rovesciare un governo africano per poter installare un regime fantoccio che gli faciliterebbe i suoi loschi affari.
Nel 1979 scrive The Devil's Alternative (L'alternativa del diavolo), che è ambientato nella Russia del 1982. Probabilmente il suo capolavoro.
Nel 1982 pubblica No Comebacks, raccolta di 10 storie brevi.
The Fourth Protocol (Il quarto protocollo) è pubblicato nel 1984. La trama parla dell'Unione Sovietica che cerca di piazzare una bomba nucleare vicino ad una base americana in Inghilterra. Sull'Isola di Albione la risonanza è enorme: sorge un movimento di protesta contro le basi USA.
Nel 1989: The Negotiator, nel quale viene rapito il figlio del presidente e un uomo - il vero protagonosta del romanzo - viene incaricato di negoziarne il rilascio.
E' del 1991 The Deceiver, che comprende quattro storie separate relative alla carriera dell'agente Sam McCready.
Nel 1994 Forsyth pubblica The Fist of God. Si tratta di un romanzo storico relativo alla prima Guerra del Golfo. Poi, nel 1996, Icon, che parla dell'ascesa del fascismo in Russia.
Nel 2001 esce The Veteran, altra raccolta di storie brevi.
Nel 2003 esce Avenger. Parla di un milionario canadese che recluta un veterano del Vietnam per riportare negli USA il killer di un suo nipote.
I libri di Forsyth sono zeppi di dettagli tecnici al punto di potere essere considerati come manuali di giornalismo investigativo. La morale è costante: il mondo è pieno di predatori e solo i più forti sopravvivono. I suoi romanzi degli anni Settanta sono considerati come le sue opere migliori. Uno su tutti: L'alternativa del diavolo.
Le sue ricerche hanno causato grattacapi a vari governi. In The Day of the Jackal, per esempio, egli spiega come un potenziale assassino possa procurarsi una nuova identità.



Resumos Relacionados


- L'essere E Il Nulla

- Una Solitudine Troppo Rumorosa

- Un Posto Nel Mondo

- Gli Uomini Eguali

- Gli Uomini Eguali



Passei.com.br | Portal da Programação | Biografias

FACEBOOK


PUBLICIDADE




encyclopedia